Percorso:
La fiaba
ascoltare e comprendere
Attività principale

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso/attività

Descrizione:

L'ascolto è processo attivo che coinvolge una pluralità di funzioni e competenze che interessano le diverse dimensioni della personalità:

aspetto linguistico, aspetto cognitivo, aspetto emotivo, aspetto morale. È un processo faticoso per l'attenzione mentale richiesta e per il coinvolgimento emotivo.

Durante gli anni della scuola occorre una particolare attenzione all'educazione all'ascolto di se stessi e degli altri.

La narrazione o la lettura delle fiabe è un’attività particolarmente utile a questo scopo e sarà collegata ad attività per creare aspettative, produrre previsioni, per far collegare situazioni e memorizzare il messaggio.

In questo percorso si cercherà di sviluppare l’ascolto anche con l’uso di software specifici che non solo raccontano, ma che danno la possibilità di vedere immagini e leggere il testo e con l’ascolto di fiabe con il videoregistratore e o il radioregistratore.


Avevo previsto un’attività specifica sulla “lettura”. A questo punto della progettazione penso invece di inserirla in questa sezione in quanto la lettura di fiabe potrà essere fatta dall’insegnante (per l’ascolto) o dai bambini stessi (già in questi anni spesso è stato utilizzato questo metodo per imparare a leggere con scorrevolezza ed espressività). Inoltre, quando vengono utilizzati i software con le fiabe, i bambini leggono spontaneamente le sequenze e quanto serve per la navigazione. Le attività di comprensione, rielaborazione ecc. rientrano in quelle previste per l’ascolto.

Margherita leggerà i libri di fiabe in autonomia e navigherà tra le fiabe sul computer; eventualmente effettuerà le attività comprensione e rielaborazione usando gli strumenti messi a disposizione dal software. Da quanto osservato ed esperito in questi due anni, sembra che Margherita sia capace di leggere e capire; a volte risponde correttamente per iscritto alle domande sul testo. La difficoltà è sempre nell’incertezza della sua applicazione.