Percorso:
Vi racconto le avventure di orso Orsotto
La tastiera: le lettere, i numeri, alcuni tasti/funzioni
Attività principale

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso/attività

Esperienza:

Dopo aver verificato nella prima fase dell’attività, che gli alunni hanno saputo eseguire correttamente le procedure di accensione e di spegnimento del computer e mostrato brevemente le parti principali del PC e delle periferiche di uso più comune, abbiamo invitato i bambini a scrivere liberamente i numeri, le parole e le frasi che desideravano.
Tutti, nei limiti delle loro abilità e capacità, hanno partecipato con entusiasmo. Alcuni hanno scritto nomi di giocatori di calcio, di animali, di personaggi dei cartoni animati, di cantanti, di personaggi delle fiabe, ecc; altri hanno composto brevi frasi e/o testi. L’alunno non lettore, si è divertito a scrivere le lettere dell’alfabeto e alcuni numeri.
L’alunno disabile aiutato da un compagno-tutor, ha scritto il suo nome ed alcune facili parole bisillabe. .
Nella seconda fase dell’attività abbiamo proposto ai bambini il gioco delle belle statuine, che consisteva nel mimare le azioni che precedentemente avevano effettuato nella sala informatica improvvisandosi, segretari, giornalisti ecc.
Il gioco è stato iniziato dall’alunno disabile ed è terminato quando tutti gli alunni si sono scelti tra loro.
All’inizio del gioco i bambini tendevano a scegliere i compagni degli anni precedenti, con cui avevano stabilito significativi rapporti affettivi ed ad escludere i nuovi con i quali non avevano ancora stabilito relazioni positive interpersonali. Per questo motivo è stata introdotta una nuova regola da osservare: ciascun bambino poteva essere scelto una volta sola durante il gioco, pena l’esclusione.
Alla fine della seconda parte dell’attività è seguita una discussione guidata collettiva sull’importanza del PC nella vita di ogni giorno.
Nella terza fase dopo aver scritto alla lavagna i nuovi termini tastiera, monitor e computer abbiamo invitato gli alunni a disporsi in piccoli gruppi eterogenei, raccomandando loro di scegliere sempre compagni diversi con cui collaborare nella realizzazione di cartelloni concernenti le attività svolte.

Difficoltà incontrate:
• Inserimento di tre nuovi alunni, di cui uno straniero, con difficoltà di codificazione e decodificazione della lingua italiana;
• Numero insufficiente di computer rispetto agli alunni del gruppo classe;
• I tempi impiegati per lo svolgimento delle singole fasi dell’attività, sono risultati superiori a quanto previsto inizialmente dal progetto.

Esiti positivi:
• Curiosità, interesse e motivazione manifestati dagli alunni coinvolti;
• Attiva partecipazione di tutti i bambini ivi compreso l’alunno disabile;
• Socializzazione e collaborazione fra i membri dei piccoli gruppi.