Leggendo a suon di musica
M. Giovanna Mortillaro
Descrizione: Il progetto è ideato per un'alunna di 10 anni che frequenta la classe IV della Scuola Primaria (ha ripetuto la I classe). L'alunna, sottoposta a visita e valutazione clinica presso l'Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile all'età di 7 anni, presenta una diagnosi di "Disturbo del linguaggio e difficoltà nell'acquisizione delle abilità scolastiche": si esprime con difficoltà, nonostante sia migliorato il suo linguaggio, anche grazie alla logopedia, ma, probabilmente per la sua insicurezza, non entra facilmente in relazione con gli altri, necessitando di continue sollecitazioni all'interazione. Utilizza un linguaggio dai contenuti semplici e la frase è povera e poco strutturata. Non sempre è coordinata nei movimenti. Ha una discontinua capacità attentiva e necessita di continue stimolazioni: ha una memoria visiva e uditiva, ma non ha sviluppato una memoria L.T.: ricorda soltanto fatti che la coinvolgono emotivamente. E' inserita in una classe "difficile" dal punto di vista relazionale: taluni alunni manifestano comportamenti aggressivi. Il percorso, pensato per l'alunna, è ideato anche per l'intero gruppo-classe, che nonostante presenti strumenti cognitivi adeguati, manifesta un disturbo dell'attenzione e del comportamento, che alimentano le ansie dei bambini più insicuri.

Area/e disciplinare/i: Area umanistica
Percorso per l'acquisizione delle abilità di letto-scrittura attraverso un sottofondo musicale
Livello scolare: Scuola Primaria
classe IV
Età: 10
Tipo disabilità: Problemi di comunicazione e relazione

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

La metodologia

Ascolto attivo, turoraggio, utilizzo di software didattici, sottofondo musicale e tecniche di respirazione. Lavori di gruppo (in grande e piccolo gruppo). L’insegnante predispone uno spazio preparatorio per il rilassamento e le tecniche di respirazione. Nel gruppo si predispone che ognuno abbia il proprio ruolo che scambierà con il compagno che preferisce ogni settimana. A turno, ciascuno diventerà “tutor” di un compagno.

Dopo la fase iniziale, in aula informatica, gli alunni si sistemeranno due per ogni postazione (l’uno utilizzerà il mouse e l’altro la tastiera, a turno e a settimane alterne).

L'insegnante di sostegno si alternerà all’insegnante di classe durante le attività di tutoraggio e di controllo delle attività multimediali.

Gli strumenti

Specchio, computer e software didattici, stereo e cd.

I tempi

Gli incontri osserveranno una cadenza settimanale di n. 2 incontri di n. 2 ore per un totale n.16 hh da svolgersi in 2 mesi (ottobre/novembre).