Geografia quantitativa
Maria Laddaga
Descrizione: Il progetto ideato per gli alunni con difficoltà cognitive intende integrare nel sistema formativo scolastico le Tecnologie informatiche non specificatamente orientate alla didattica, ma di uso generale, e il sw didattico Inspriration.
La preferenza data al software Inspiration quindi è dettata dalla possibilità di coniugare i vari aspetti (didattica e relazione).
L'uso delle mappe strutturali ci è parso uno strumento utile per il nostro scopo, in quanto può permette di migliorare la qualità dell'apprendimento e rappresenta un supporto al setting comunicativo nella presentazione degli argomenti disciplinari.
Ipotizziamo che tale sw possa migliorare negli studenti, l'organizzazione e la memorizzare del materiale di studio e rafforzare la comprensione delle conoscenze acquisite, attraverso le manipolazioni fisiche e mentali degli oggetti di studio.

Area/e disciplinare/i: Area scientifica
Geografia - matematica
Livello scolare: Scuola secondaria di I° grado

Età: 11 -13 anni
Tipo disabilità: Disturbi specifici dell'apprendimento

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

L'ipotesi

Il progetto individuato per la sperimentazione dell’accessibilità del sw parte innanzitutto dall’analisi dei bisogni della classe, che nel suo complesso esprime livelli diversi di competenze e di bisogni formativi e didattici.

Il denominatore comune a tutti gli allievi, richiama, in ogni caso, due fattori strategici del comportamento docente:

  • fare delle proposte che soddisfino oltre che il versante didattico anche quello affettivo/motivazionale;
  • sperimentare strumenti e modalità che sviluppino l'impegno metacognitivo, capace di implementare nell'alunno la consapevolezza di quello che sta facendo, di quanto è opportuno farlo, del perché lo fa.

Partire dall'analisi dei bisogni del contesto, garantisce all'intervento che s'intende effettuare, la ricerca di significatività della proposta, e nello stesso tempo evidenzia la complessità del processo di integrazione di alunni disabili presenti nella classe, complessità che richiama l'insieme delle variabili che entrano in gioco nel contesto di insegnamento/apprendimento. In questo senso quindi si può parlare non solo di integrazione di alunni con diverse abilità ma anche di integrazione di conoscenze/competenze dei docenti:"l'integrazione è un processo attivo che coinvolge tutti i componenti e tutti gli elementi di un contesto".

L'dea guida di integrazione è intesa così in rapporto a diversi aspetti, tutti in qualche modo importanti per la tematica dell'handicap;

  • integrazione di competenze e professionalità
  • integrazione degli strumenti comunicativi
  • integrazione delle possibilità
  • integrazione delle conoscenze

In quest'ottica il concetto di integrazione è inteso come processo volto a valorizzare le identità dei singoli (educandi ed educatori) al fine di raggiungere un’ effettiva inclusione degli alunni diversamente abili nella classe e rimanda ad una pratica di insegnamento autoriflessiva.