La rappresentazione cartografica: un approccio visivo per comprendere il nostro ambiente
M. Caterina Porcu - Angela De Lucia
Descrizione: Il progetto nasce dall'esigenza di coinvolgere gli allievi con bisogni speciali in attività che li rendano protagonisti del loro apprendimento all'interno della classe di appartenenza. La scelta dell'argomento è determinata in primo luogo dall'interesse che i bambini mostrano durante le lezioni di storia, geografia, scienze, soprattutto se legate ad esperienze pratiche di contatto con il territorio. Le rappresentazioni cartografiche permettono di interpretare la realtà in cui i bambini sono inseriti e attraverso la percezione e la memoria visiva arrivare a comprenderne aspetti culturali e sociali. In questo modo è possibile programmare attività per manipolare la realtà e stimolare la creatività offrendo ad ogni alunno l'occasione di essere costruttore delle proprie conoscenze. Inoltre, possono essere utilizzati linguaggi diversi per lo sviluppo di abilità espressive e di capacità di osservazione e discriminazione sviluppando e consolidando, tra l'altro, abilità di base come la percezione e l?orientamento spaziale e temporale. Gli alunni saranno portati alla realizzazione di progetti individuali e di gruppo sfruttando le risorse che hanno a disposizione: da quelle sensoriali, con emozioni e sentimenti, attraverso quelle intellettuali, con curiosità, attenzione e ragionamento, per arrivare infine a quelle sociali con comunicazione, responsabilità, autonomia ed intraprendenza.

Area/e disciplinare/i: Area scientifica
Area antropologica/scientifica
Livello scolare: Scuola Primaria
classe quarta
Età: 9 anni
Tipo disabilità: Problemi di comunicazione e relazione

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

Esperienza

Persone coinvolte nel progetto:

Numero di insegnanti
partecipanti al progetto 
   6       
Numero di alunni
partecipanti al progetto
  41
Numero Operatrici Socio Educative ( O.S.E.)    2



Tempi di lavoro insegnanti  per la stesura del progetto:
  • due incontri tra insegnanti prima della stesusa del progetto
  • stesura del progetto
  • incontri settimanali di programmazione del lavoro
  • due incontri per assemblaggio lavoro.
Tic e/o TD utilizzate:
  • software: Google Earth, MioMOndo Web
  • editor di testi ( Word)
  • internet
  • supporti digitali: scanner, macchina fotografica digitale
  • fotocopiatrice
Quale equilibrio tra processo e prodotto finale?
  • La tipologia del progetto ha richiesto competenze tecniche che le insegnanti coinvolte hanno dovuto consolidare.
  • La mole di lavoro è stata maggiore di quanto previsto, soprattutto per il tempo utilizzato ad imparare ad usare i programmmi.       
Errori e difficoltà:
  • non avere saputo quantificare in preventivo le ore di lavoro necessarie per realizzare il progetto
  • difficoltà organizzative: non equilibrata distribuzione del lavoro tra gli insegnanti coinvolti
  • difficoltà tecniche.