Scompongo e ricompongo: come imparare la geometria con il tangram ... e non solo
Franco Spinelli - Francesca Natali
Descrizione: La classe è costituita da 20 bambini di cui una è certificata per disprassia e due sono seguiti dall?ASL in quanto entrambi nella sfera della dislessia. È un gruppo vivace intellettivamente e motivato ad apprendere; per la matematica, una necessità è il rispetto dei tempi di tutti e una difficoltà è ottenere la partecipazione attiva ed interessata anche da parte di coloro che tenderebbero ad essere rinunciatari perché incontrano problemi specifici in questa disciplina. In particolare, la bambina certificata che da qui in avanti chiameremo Maria (nome inventato),presenta difficoltà di attenzione durante le discussioni collettive, di concentrazione nel lavoro, di motricità fine (si stanca facilmente nelle attività manuali), nell?autostima, di ansia relativa a compiti realmente difficili per lei o che lei presume tali (tanto da incorrere in problemi psicosomatici). Il percorso ipotizzato è nell'ambito geometrico, in particolare è previsto l'utilizzo del tangram, sia con attività manipolative che al computer, per raggiungere obiettivi disciplinari.

Area/e disciplinare/i: Area matematica

Livello scolare: Scuola Primaria

Età: 10-11
Tipo disabilità: Disturbi specifici dell'apprendimento

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

Esperienza

Il percorso affronta attività propeduitiche alla misurazione vera e propria di aree e perimetri. Il lavoro viene svolto con lo stesso obiettivo parallelamente in classe e al computer ed offre la possibilità a ciascun alunno di trovare modalità  a lui più congeniali per apprendere. Si utilizza il tangram in vari modi, il piano cartesiano, i mosaici, le pavimentazioni.Queste attività inoltre sono ricche di spunti di approfondimento e di ampliamento di contenuti quali ad esempio la simmetria.