Geografia Descrittiva
Anello Bucca - Falzone Saitta
Descrizione: Il nostro progetto, nasce dall?esigenza di dare risposte ad allievi sordi ?semilinguali?, ossia ragazzi di scuola media o superiore che non hanno appreso una lingua se non parzialmente. Entrare nei saperi disciplinari è per loro molto difficile e spesso causa di ritardi cognitivi.La situazione di Handicap ci ha portato a inventare unità didattiche in cui i prerequisiti linguistici richiesti fossero prossimi allo zero. La nostra idea progettuale è quella di una unità didattica di ?geografia?, ed in particolare ?sugli aspetti fisici? in cui le immagini sostituiscano la lingua. L?Unità didattica prevede la costruzione di uno strumento di studio insieme agli studenti, che utilizzi diversi software di facile reperibilità, che possa sostituire il libro che utilizza la lingua scritta. Nella costruzione dello strumento gli allievi, oltre ai contenuti disciplinari, apprendono anche il lessico specifico della disciplina in Italiano scritto e in LIS,in un ottica di ?educazione bilingue?. Lo strumento e la modalità di costruzione dello stesso, nate e pensate per i sordi ?semilinguali?, in realtà pensiamo che sono di eccezionale valore didattico anche per altri allievi con difficoltà linguistiche che non riescono ad utilizzare il libro di testo e per gli studenti extracomunitari che sentono la necessità di imparare in Italiano, in una scuola che non utilizza il loro codice linguistico per insegnare le discipline.

Area/e disciplinare/i: Area scientifica
geografia/italiano
Livello scolare: Scuola secondaria di I° grado

Età: 13
Tipo disabilità: Minorazione uditiva

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

Focus integrazione

Gregory,  è un allievo sordo che presenta anche altre difficoltà, quali scarsa attenzione, partecipazione, esigua conoscenza dei contenuti disciplinari, problematica  relazione e socializzazione con compagni e docenti, aggressività.

L'attività proposta tende dunque ad occuparsi non solo dell'appprendimento disciplinare dell'allievo ma della persona Gregory e... di tutti i componenti del gruppo classe.

L'attività dovrebbe risultare altamente integrante, nel senso di essere utile per tutti, anche se nata per i bisogni speciali di Gregory, di avvicinare Gregory al gruppo classe e di far vivere alla classe Gregory come una risorsa, una speciale e ricca diversità.

La geografia descrittiva viene proposta con grande richezza di immagini ( che tentano di colmare i limiti linguistici di Gregory in italiano scritto e parlato), il che gli permette di poter entrare in gruppi di lavoro con compagni(cosa che sarebbe risultata impossibile con l'utilizzo del libro di testo), ma risulta utilissima per tutta la classe che si appassiona allo studio dela geografia, che usa un altro linguaggio, quello delle immagini, linguaggio che permette inoltre a studenti con svantaggio socioculturale di lavorare con tutta la classe anche se non comprendono il linguaggio del libro.

A Gregory e a tutta la classe viene anche proposto il lessico geografico in LIS (lingua dei Segni Italiana), che pensato per Gregory arrichisce anche i compagni che poi usano questo lessico come appoggio alla lingua parlata per comunicare meglio con il compagno e operando metalinguisticamente. Gregory viene in questa attività proposto come il vero protagonista della lingua dei segni, assurge a leader e modello linguistico di riferimento e cercato dai compagni per comunicare. Gregoy si sente dunque considerato, appprezzato e cercato proprio per la sua diversità che si trasforma in ricchezza, e non viene vissuto dai compagni come problema discriminante ma tutt'altro.

L'utilizzo del pc e di software portano alla costruzione di una mappa descrittiva in cui parole italiane, immagini e Lingua dei segni sono comprensibili a tutti e non escludono nessuno, nè gli alunni svantaggiati nè l'alunno sordo nè i normali.

Il pc aiuta a rendere piacevole l'attività stimolando all'attenzione e la partecipazione e inoltre permette l'acquisizione di un metodo autonomo fornendo un innovativo strumento di lavoro che sostituisce il libro di testo, per la parte descrittiva e che ha il grande valore di essere assolutamente personale ,cioè costruito e modificato dall'allievo per cui unico e diverso da quello di ogni altro compagno benchè  utilizzi le stesse categorie.

L'acquisizione di competenze informatiche è inoltre trasversale e dunque di ulteriore utilizzo per nuove attività scolastiche o personali.