Attraverso i 5 sensi per abbracciare il mondo
Bettina Ambrosini Sara Ghiringhelli AnnaRosa Manfreda
Descrizione: Questo percorso viene proposto ad un bambino di origine peruviana affetto da ?Sindrome da alterazione globale dello sviluppo psicologico con tratti autistici?. Scopo dell'esperienza è di far immergere Gianluca,attraverso una serie di stimolazioni, veicolate da ciò che ama e che lo attrae, nella realtà che lo circonda.

Area/e disciplinare/i: Area espressivo-motoria

Livello scolare: Scuola Primaria

Età: 7 anni
Tipo disabilità: Problemi di comunicazione e relazione

Ora ti trovi in: Home/Consultazione-lista percorsi/scheda percorso
Mappa percorso

La metodologia

L'approccio metodologico

(a cura di Bettina Ambrosini)

L'approccio metodologico è funzionale all'insegnamento prioritario di singole abilità necessarie per l'esecuzione corretta di un'attività.

In particolare si cercherà di attuare strategie per spostare l'attenzione sull'apprendimento delle abilità che potranno quindi essere utilizzate non solo per l'esecuzione delle specifiche attività proposte, ma anche per il raggiungimento progressivo di nuove competenze, in particolare quelle che richiedono il possesso di capacità discriminative e logico-deduttive.

Le attività verranno verbalizzate e "narrate"anche attraverso i percorsi laboratoriali suddividendole in sequenze.

Ognuna di queste servirà come apprendimento ma lo scopo ultimo sarà di prolungare la capacità di attenzione.

La narrazione di sè, il lavoro mediato dal computer nel gruppo dei pari favorisce l'integrazione grazie al riconoscimento di ruoli e peculiarità di ciascuno.

La funzione del gruppo classe,del piccolo gruppo e degli insegnanti è di creare una situazione educativa significativa in quanto condivisa.

Ci proponiamo di accompagnare Gianluca nel suo percorso mettendo a disposizione strumenti e ambienti laboratoriali, dove il termine "laboratoriale" sottintende la possibilità di scoprire, riconoscere e riconoscersi attraverso il "saper fare".

Un altro obiettivo importante è sedare le ansie generate dal cambiamento, far accettare che l'ambiente di lavoro, relazionale possa cambiare senza per questo diventare una "minaccia".

Gli strumenti

Verranno utilizzati alcuni strumenti di tipo digitale ed informatico ed altri manipolativi e cartacei.

Gianluca avrà a disposizione:

un computer portatile,con sistema operativo Linux, ed in particolare con la suite didattica So.Di.Linux.

Il portatile garantisce infatti la flessibilità necessaria per essere utilizzato in qualunque ambiente, da uno o più alunni in modo totalmente "destrutturato".

Una videocamera per documentare i percorsi, e per riproporre in modo anche visivo una rivisitazione delle attività ed un software per registrare e rielaborare i rumori dell'ambiente o la verbalizzazione dei vissuti (per ora saltuaria e limitata, spesso, all'ecolalia).

Gianluca utilizzerà gli strumenti proposti da solo o in un piccolo gruppo di compagni a seconda delle attività che privilegeranno l'acquisizione di tempi di concentrazione e di "centramento" sul compito e/o l'integrazione nel gruppo.

Software

Verranno in particolare utilizzate le suite:

  • Childsplay
  • Gcompris

e i software di grafica

  • StickersBook
  • Tuxpaint

per la metacognizione:

  • KEduca

Materiali cartacei, strumenti di disegno e pittura, materiale per modellare: es. creta.

Il necessario per le attività di coltivazione (vedere l'attività Far crescere...per crescere)

I tempi

È difficilmente prevedibile una scansione temporale precisa per la somministrazione delle attività, che preveda i tempi del feedback da parte dell'alunno, l'acquisizione delle relative competenze e l'applicazione di quanto acquisito nel risolvere le problematiche quotidiane.

L'ipotesi iniziale è di proporre le attività nel 1°e nel 2° bimestre e di cominciare una rilevazione efficace dell'incidenza dei percorsi proposti sul quotidiano e il trasferimento delle competenze acquisite in altri ambiti di esperienza tra gennaio e febbraio, nel secondo quadrimestre.