"ABComputeriamo"
Roberta Ginesi - Daniela Marzano
Descrizione: Intervento formativo teso a migliorare, in una prima fase, la comprensione della lingua italiana (non lingua madre) e, in un secondo momento, avvio alla scrittura con relativa prima riflessione sulla lingua. Obiettivo trasversale di questa azione educativa sarà il potenziamento dei tempi di attenzione.

Area/e disciplinare/i: Area artistica, Area tecnico professionale, Area umanistica
Lingua italiana - Ed.immagine - Tecnologia informatica
Livello scolare: Scuola Primaria

Età: 8
Tipo disabilità: Problemi di comunicazione e relazione

L'ipotesi

L'intervento è tarato su un bambino con difficoltà di comprensione della lingua italiana (lingua di provenienza = rumeno).

Esso verterà su una serie di attività volte a migliorare la comprensione del testo scritto, partendo dal vissuto del bambino e via via allargandosi, con particolare attenzione all'aspetto descrittivo e narrativo della storia personale.

Verrà affrontato anche un primo avvio alla produzione del testo, mettendo in grado l'alunno di strutturare per iscritto una piccola descrizione di oggetti o persone.

Correlato ad esso dovrà essere iniziato un primo approccio alla riflessione linguistica.

Tutte le attività sopra descritte dovranno concorrere a promuovere un aumento significativo dei tempi di attenzione.

Obiettivi formativi

Gli obiettivi formativi che ci prefiggiamo sono i seguenti:

  1. leggere e comprendere testi di tipo diverso, riuscendo a cogliere le principali informazioni fornite (luogo - tempo - personaggi - azioni).
  2. produrre e rielaborare brevi testi scritti inerenti al proprio contesto di vita
  3. discriminare e utilizzare in modo appropriato principali elementi grammaticali (articoli - nomi - aggettivi - verbi)
  4. graduale e progressivo incremento della concentrazione nello svolgere le attività richieste (autonomia)

I contenuti

I contenuti faranno capo a 2 macroaree:

  • testo descrittivo
  • testo narrativo

Il lessico affrontato sarà dapprima quello legato alla realtà del bambino, alla vita di tutti i giorni, e via via verrà ampliato. Sono previsti contenuti di carattere antropologico (soprattutto concetti spazio-temporali)

Focus integrazione

L'alunno è pienamente inserito nel gruppo classe.

Scopo parallelo di questa azione educativa sarà trovare una dimensione di cooperazione tra gli alunni anche relativamente a questo progetto

La metodologia

Specifica tarata sul caso.

Il bambino è ben inserito in un gruppo classe ed è prioritario che vengano resi accessibili a lui i contenuti delle lezioni svolte. Compito del docente sarà quindi di procedere, dove è possibile, ad una semplificazione dei testi presentati o attività personalizzate che abbiamo come tematiche quelle affrontate in classe.

Laddove si prediliga un intervento ad personam, questo verrà fatto senza troppo impatto nel gruppo classe, il quale verrà cmq coinvolto in qualche modo.

Gli strumenti

Saranno previsti strumenti di intervento differenti, ma il ruolo principale lo giocherà il software didattico.

Le scelte ipotizzate per il software sono le seguenti:

SW opensource LINUX (per l'esercizio/riflessione sulla lingua):

  • ANAFRASE
  • SCEGLIAGGETTIVO
  • GCOMPRIS8
  •  LESSICO

SW sul consolidamento delle abilità linguistiche, accessibile come da database SD2:

  • BRAVO CHI LEGGE
  • IL LIBRO PARLANTE
  • ADIBU' IMPARO A LEGGERE E A CONTARE
  • ELSE

SW commerciale per il consolidamento dell'abilità di lettura:

  • LIVING BOOKS (collana di favole interattive)

SW per l'ampliamento del lessico

  • LE MIE PRIME 1000 PAROLE (tavole tematiche)
  • SEI - HANDY 66 (per le difficoltà ortografiche)

Sono inoltre presenti in rete, ai siti www.ivana.it e www.vbscuola.it, alcuni software realizzati in visual basic, resi disponibili a titolo gratuito. Tra di essi potrebbero fare al caso nostro:

  • (per le sequenze temporali) - PAOLOMESI - PAOLORISVEGLIO - PAOLOSTAGIONI - PAOLOSETTIMANA
  • (per la scrittura) - PRIME PAROLE - SILLABE - MODIFICA FRASI - ALFANEMO
  • (per la comprensione) - IL SERVO CRUDELE
  • (per la lettura) - LETTURA SILLABICA

Relativamente ad altri strumenti, potrebbero essere utili:

  • VIDEOCASSETTE di italiano come L2
  • CD di canzoni inerenti i contenuti trattati (e dalle quali si potrebbe partire poi con approfondimenti)
  • FLASH CARDS (per consolidare il lessico)
  • GIOCHI DA TAVOLO (didattici - tipo Clementoni - dove è possibile lavorare sulle parole e frasi)

I tempi

L'arco temporale nel quale si svolgerà l'azione educativo-didattica (per esigenze del progetto in questione) sarà SETTEMBRE-DICEMBRE 2006.

Le attività saranno curricolari, di ambito linguistico. Sono previste attività interdisciplinari con tecnologia informatica, ed-immagine, area antropologica

Esperienza

La sperimentazione si è svolta parallelamente su 2 alunni, relativamente a problemi di comprensione e produzione del testo scritto: un al un alunno di 3^ classe e un alunno di 5^. Tutti gli incontri si sono svolti congiuntamente alle loro classi di appartenenza.
Gli esiti sono stati diversi.
Il bambino di classe III ha tratto da questa esperienza un valore positivo in quanto ha svolto con rapidità gli esercizi proposti ed è stato d'aiuto per i compagni. La collaborazione ha integrato maggiormente l'alunno nel gruppo classe ed ha quindi avuto un valore aggiunto.
Il bambino di classe V ha in realtà una patologia complessa, con enormi difficoltà ad interagire con il gruppo classe il quale lo mette spesso a disagio provocando in lui aggressività incontrollata. L'esperienza ha avuto un esito positivo per il gruppo classe per la nuova modalità di presentazioe del testo, ma in C. è stata soltato un'occasione per attaccare conflitto e creare disordine.
Le azioni didattiche risultano positive per C. laddove viene privilegiato il rapporto a due con l'insegnante di sostegno. In questo caso l'integrazione è venuta meno.

Considerazioni finali: le esperienze condotte hanno dimostrato, ancora una volta, quanto le nuove tecnologie possano essere d'aiuto al disabile, fornendo a lui un percorso alternativo alla didattica tradizionale, sicuramente motivante, divertente e per certi casi anche rassicurante. Le azioni condotte con il computer falliscono laddove si ha a che fare con una patologia complessa (quindi risulta maggiormente adatto a disabilità di tipo cognitivo che affettivo-relazionali) oppure quando si dispone di risorse scolastiche insufficienti (carenza di strumentazione, software, comprensenze o colleghi pronti ad aiutarti nella gestione della lezione (classe).  La trasferibilità del progetto dovrebbe tenere conto di queste variabili.
Il software prodotto potrebbe risultare accessibile a molti se epurato dei contenuti specifici, e trasformato in modello da modificare all'occorrenza, dotato di lessico ed immagini tratte dal vissuto del bambino in quel momento impiegato nell'utilizzo.
Questo richiederebbe forza lavoro preparata o disponibile ad essere preparata, soldi e tempo, cose che in una scuola mancano sempre.
L'esperienza nel complesso è stata soddisfacente e formativa dal punto di vista professionale.

Per la ripetibilità si consiglia, avendo più tempo, di approfondire la ricerca di software accessibile già prodotto da affiancare a quello personalizzato, perché il bambino ha bisogno di ampliare il proprio lessico con più momenti esperienziali.






 
testo descrittivo: lettura
Attività principale

Descrizione:

Saranno proposte diverse attività caratterizzate da un grado crescente di difficoltà:

  • lettura di semplici e brevi testi descrittivi (materiale cartaceo e software);
  • questionari (inerenti al testo proposto) a risposta multipla in cui le risposte saranno costituite da immagini /disegni e successivamente da frasi;
  • richiesta di riproduzione, attraverso il disegno, del personaggio /oggetto descritto nel testo;
  • esercitazioni sulla riflessione linguistica: aggettivi qualificativi ("COM'È?")

Obiettivi specifici di apprendimento:

  • Leggere e comprendere testi di diverso tipo;
  • ricavare informazioni da un testo;
  • mantenere l'attenzione sul messaggio scritto per tempi sufficientemente prolungati;

Strumenti e risorse:

Materiale cartaceo
Brevi testi descrittivi, immagini /disegni, fotografie
Personal computer / Periferiche
Computer
Software
???

Documentazione:

  • diario di bordo (docenti)
  • altri prodotti:materiale prodotto dagli alunni

Modalità di lavoro:

Metodologia didattica

Questa attività sarà proposta a tutti gli alunni della classe ( attività parallela).

Organizzazione del lavoro

Saranno coinvolti gli insegnanti di sostegno e curricolari delle discipline coinvolte nel testo descrittivo.

L'attività dovrebbe essere suddivisa in più fasi:

  • questionario a risposta multipla in cui le risposte sono costituite da immagini
  • riconoscimento del personaggio /oggetto descritto nel testo
  • rappresentazione grafica del personaggio (oggetto descritto
Strategia didattica
In una prima fase sarà privilegiato un approccio ludico che, attraverso la proposta di testi coinvolgenti, favorirà la concentrazione.
Tempi
1-4 ore
Le attività saranno proposte 3 /4 volte alla settimana ed avranno la durata di un'ora ciascuna.
Prodotti

Verranno salvati e stampati i testi e i questionari

Criteri di valutazione :

Saranno valutati i questionari (esattezza delle risposte), la qualità dei disegni, il grado di autonomia raggiunto nel portare a termine le consegne.

Accessibilità strumenti / personalizzazione :

Personalizzazione attività per il diversamente abile

Attraverso la scelta dei testi, delle immagini e dei software utilizzati si otterrà la personalizzazione delle attività.

Si utilizzeranno Word e un software personalizzato.

Esperienza:

Anche questa attività è stata apprezzata dagli alunni perchè ha introdotto un elemento di novità (l'uso del computer) nello svolgimento di un compito (comprensione del testo) che spesso risulta poco accattivante.

L'alunno disabile è riuscito a svolgere autonomamente l'esercizio che richiedeva di associare le didascalie ai disegni, mentre ha avuto bisogno di ulteriori spiegazioni per riordinare le immagini che descrivevano una storia. E' stato comunque gratificato dal fatto di aver ricevuto richieste di aiuto da parte dei compagni.

testo descrittivo: produzione
Attività principale

Descrizione:

Si richiederà all'alunno di scrivere una breve sequenza di frasi che descrivano una persona, un oggetto, un animale.

Inizialmente verrà fornita al bambino una scaletta contenente alcune domande- stimolo utili per effettuare una descrizione.

Obiettivi specifici di apprendimento:

  • Produrre e rielaborare testi scritti ( di tipo descrittivo)
  • Mantenere l'attezione sul compito assegnato

Strumenti e risorse:

Materiale cartaceo
Domande-stimolo che guidino l'alunno alla scrittura di una descrizione
Personal computer / Periferiche
Computer, stampante.
Software

???

Documentazione:

  • diario di bordo (docenti)
  • altri prodotti:Descrizioni prodotte dall'alunno

Modalità di lavoro:

Metodologia didattica
L'attività verrà svolta individualmente.
Organizzazione del lavoro
Saranno coinvolti gli insegnanti di sostegno e curriclari di lingua italiana
Strategia didattica
Inizialmente sarà adottato un approccio ludico.
Tempi
1-4 ore
Prodotti
Testi descrittivi prodotti dall'alunno.

Criteri di valutazione :

Si valuteranno le descrizioni prodotte dall'alunno (accuratezza della descrizione, correttezza ortografica ecc.) e il grado di autonomia mostrato nell'esecuzione della consegna.

Accessibilità strumenti / personalizzazione :

Personalizzazione attività per il diversamente abile

La personalizzazione dell'attività si otterrà attraverso la scelta degli oggetti da far descrivere. Si comincerà facendo descrivere all'alunno persone, animali, oggetti per lui significativi.

Accessibilità strumenti software

Si utilizzeranno Word e un software personalizzato creato da noi.

Esperienza:

Il fatto di aver formato in modo "ragionato" le coppie di alunni che hanno lavorato insieme ha permesso di sviluppare un'attività cooperativa.

Inoltre, poichè gli alunni avevano visto che il compagno portatore di handicap era abile con il computer, non hanno esitato a rivolgersi a lui per avere aiuto e questo è stato sicuramente un passo importante verso una piena integrazione.

testo narrativo: lettura
Attività principale

Descrizione:

Saranno proposte diverse attività caratterizzate da un grado crescente di difficoltà:

  • lettura di semplici e brevi testi narrativi (materiale cartaceo e software);
  • riordino di una sequenza di immagini che racconta la storia letta;
  • illustrazione, attraverso 2/3 disegni, della storia letta;
  • questionari sulla comprensione del testo con particolare riferimento ai personaggi, ai luoghi e alla sequenza temporale;
  • esercitazioni sulla riflessione linguistica: azioni ("COSA FA?")

Obiettivi specifici di apprendimento:

  • Leggere e comprendere testi di tipo diverso;
  • Ricavare informazioni da un testo;
  • Mantenere l'attenzione sulmessaggio scritto per tempi sufficientemente prolungati;

Strumenti e risorse:

Materiale cartaceo

Brevi testi narrativi, immagini, fotografie.

Personal computer / Periferiche
Computer
Software
????

Documentazione:

  • diario di bordo (docenti)
  • software
  • altri prodotti:
    • tutto il materiale (disegni, questionari) prodotto dall'alunno

Modalità di lavoro:

Metodologia didattica

Questa attività sarà proposta a tutti gli studenti della classe (attività parallela).

Organizzazione del lavoro

Saranno coinvolti gli insegnanti di sostegno e curricolari di lingua italiana.

L'attività sarà suddivisa in più fasi:

  • riordino di una sequenza di 3 /4 immagini che rappresentano la storia
  • racconto della storia attraverso 3 o 4 disegni
  • riordino di una sequenza di 3 o 4 frasi che riassumono la storia
Strategia didattica
In una prima fase sarà privilegiato unapproccio ludico che permetterà di aumentare la concentrazione e l'attenzione.
Tempi
1-4 ore
Prodotti

I docenti avranno cura di salvare e stampare i testi, i disegni e i questionari.

Criteri di valutazione :

Saranno valutati i questionari, la qualità dei disegni, il grado di autonomia raggiunto nel portare a termine la consegna.

Accessibilità strumenti / personalizzazione :

Personalizzazione attività per il diversamente abile

Attraverso la scelta dei testi, delle immagini e dei software utilizzati si otterrà la personalizzazione delle attività.

Accessibilità strumenti software

Word e un software personalizzato.

Esperienza:

testo narrativo: produzione
Attività principale

Descrizione:

L'attività sarà suddivisa in diverse esercitazioni caratterizzate da un grado di difficoltà crescente.

Inizialmente verrà richiesto all'alunno di scrivere le didascalie di 3 o 4 immagini che raccontano la storia letta, successivamente gli sarà richiesto di disegnare una sequenza di 2 o 3 di immagini che rappresenti la storia ed infine di scrivere una sequenza di frasi per riassumerla.

Obiettivi specifici di apprendimento:

  • Produrre testi scritti di tipo narrativo
  • Tradurre i propri vissuti in una breve sequenza di frasi
  • Mantenere l'attenzione l'attenzione sulla consegna per tempi sufficientemente lunghi

Strumenti e risorse:

Materiale cartaceo

Domande che guidino l'alunno alla scrittura di un avvenimento in modo da ottenere un testo sufficientemente corretto e coerente.

Personal computer / Periferiche
Computer e stampante.
Software
Programma di scrittura

Documentazione:

  • diario di bordo (docenti)
  • altri prodotti:
    • Testi narrativi prodotti dall'alunno.

Modalità di lavoro:

Metodologia didattica
Lavoro individuale.
Organizzazione del lavoro
Saranno coinvolti gli insegnanti di sostegno e curricolari di lingua italiana.
Tempi
5-10 ore
Prodotti
I testi narrativi prodotti dall'alunno.

Criteri di valutazione :

Saranno valutate:

  • la coerenza del testo
  • la correttezza ortografica e la ricchezza di vocaboli
  • l'autonomia mastrata nell'eseguire la consegna.

Accessibilità strumenti / personalizzazione :

Personalizzazione attività per il diversamente abile

La personalizzazione dell'attività si otterrà proponendo all'alunno di raccontare storie, fatti che per lui abbiano un significato particolare.

Accessibilità strumenti software

Word e un software personalizzato.

Esperienza:

Questa attività è stata particolarmente apprezzata dall'alunno in situazione di handicap perchè, attraverso la personalizzazione,si è potuto fare in modo che potesse produrre un testo narrativo come i compagni.

Anche gli altri alunni sono stati contenti di poter adoperare uno strumento (il computer) che ha reso più "accattivante "un'attività impegnativa.